Articoli

Nel 2020 la deforestazione dell’Amazzonia peruviana ha colpito 2.032 chilometri quadrati di territorio, contro i 548 del 2019. Foto: Shao Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)Shao Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)

Deforestazione e narcotraffico minacciano le comunità del Perù

,
La deforestazione ha colpito un'area di 680 chilometri quadrati tra le regioni di Huánuco e Ucayali nel centro del Paese. Tra il 2013 e il 2021 il territorio ha perso il 15% della sua copertura arborea
La COP27 di Sharm El Sheik è la prima conferenza sul clima ad ospitare un padiglione espressamente dedicato al tema suolo e sistemi agroalimentari. FOTO: UNFCCCUNFCCC

“I leader alla COP27 avviino il ripristino degli ecosistemi terrestri”

,
La richiesta è stata avanzata durante i lavori della COP27 di Sharm el Sheik da una coalizione internazionale di 110 membri, tra enti di ricerca, ONG e associazioni di agricoltori. "Suolo sano è uguale a cibo sano, persone sane, pianeta sano"
Il Tribunale Supremo Federale (in portoghese: Supremo Tribunal Federal) è la corte suprema del Brasile. Funge sia da corte d'appello sia da corte costituzionale e le sue sentenze non ammettono appello. FOTO: Rob Sinclair CC BY-SA 2.0Rob Sinclair CC BY-SA 2.0

Brasile, la Corte Suprema riattiva il Fondo per l’Amazzonia

,
Il massimo tribunale brasiliano ha imposto la riattivazione del Fondo per l’Amazzonia che era stato di fatto bloccato dall’ex presidente Bolsonaro nel 2019. Dopo la rielezione di fine ottobre, Lula avrà così a disposizione un veicolo finanziario con crediti per oltre 20 miliardi di dollari.
Lucrezia Caon è Land and Water Officer alla FAO. FOTO: Archivio FAO.FAO

“Con le attuali pratiche di gestione, 90% di suoli degradato entro metà secolo”

,
Intervista a Lucrezia Caon (Land and Water officer, FAO), che interverrà il 10 novembre agli Stati Generali della Salute del Suolo di Rimini: "Essenziale che i governi facciano ora le scelte giuste, anche se gli effetti si vedranno a lungo termine. La prima sfida? Educare"
© Dennison Berwick/Survival

Brasile: una nuova legge ha tolto ai nativi 250mila ettari in due anni

,
In Brasile una contestata legge del 2020 ha aperto la strada all'acquisizione delle terre indigene non demarcate. Nonostante le battaglie legali oltre due terzi degli Stati continuano ad applicare la normativa
Un incontro con i media locali in Tanzania da parte degli attivisti di Oxfam per spiegare l'impatto del land grabbing sulle comunità povere. FOTO: Oxfam East Africa CC 2.0

Da 79 a 92 milioni di ettari in 2 anni: il land grabbing non conosce ostacoli

,
Nel nuovo rapporto Focsiv "I Padroni della Terra 2022" un quadro preoccupante: il fenomeno del land grabbing cresce senza sosta. Digitalizzazione e crisi geopolitiche finiscono per favorirlo. Un danno per i piccoli contadini, le popolazioni locali e gli ecosistemi minacciati dall'approccio delle grandi monocolture
Dall’inizio del XXI secolo la Nigeria ha perso oltre un milione di ettari di foreste. Foto: Terry Sunderland/CIFOR Attribution-NonCommercial-NoDerivs 2.0 Generic (CC BY-NC-ND 2.0)Terry Sunderland/CIFOR Attribution-NonCommercial-NoDerivs 2.0 Generic (CC BY-NC-ND 2.0)

Incendi e povertà alimentano la deforestazione in Nigeria

,
Tra il 2002 e il 2021, l’area nel sud-ovest della Nigeria ha perso il 45% della sua foresta primaria. Determinante il peso degli incendi. Sul fenomeno incidono fattori socioeconomici e demografici
La riserva del Rio Plátano, nella regione honduregna di La Mosquitia, è una delle aree più colpite dalla deforestazione da parte dei narcos. Foto: Marc Patry Attribution-ShareAlike 3.0 IGO (CC BY-SA 3.0 IGO)Marc Patry Attribution-ShareAlike 3.0 IGO (CC BY-SA 3.0 IGO)

Così i narcos stanno distruggendo le foreste dell’Honduras

,
Non si ferma in Honduras la deforestazione ad opera dei narcos. Un fenomeno che colpisce l'intera America Centrale. Ma a favorire la distruzione dei territori, dicono le comunità indigene, non è solo il traffico il droga
Nel 2021 la deforestazione ha interessato 5.800 ettari di suolo nella provincia più orientale dell’Indonesia, al confine con la Papua Nuova Guinea. Foto: Frans Huby Attribution 3.0 Unported (CC BY 3.0)Frans Huby Attribution 3.0 Unported (CC BY 3.0)

Indonesia: “Carta e olio di palma dietro alla deforestazione di Papua”

,
La denuncia della Ong Pusaka: nella provincia di Papua la deforestazione ha distrutto quasi 6 mila ettari nel 2021. Sotto accusa la sussidiaria della azienda coreana (che smentisce) e due operatori locali del settore dell’olio di palma
Charles Edward Miller Attribution-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-SA 2.0)

Amazzonia: i fondi d’investimento non abbandonano il Brasile

,
Secondo il Financial Times, a oltre un anno dall’appello lanciato al governo brasiliano, la maggior parte dei colossi finanziari continua a investire nelle imprese legate alla deforestazione dell’Amazzonia. Una scelta strategica destinata a far discutere