Consiglio di amministrazione

Debora Fino

Debora Fino

Presidente

Debora Fino è professore ordinario di “Impianti Chimici” e “Processi di Reimpiego e Valorizzazione Energetica” al Politecnico di Torino, nel Dipartimento di Scienza Applicata e Tecnologia (DISAT).
Attualmente è coinvolta in numerosi progetti regionali ed Europei focalizzati sui processi di bioraffineria di seconda generazione e tecnologie per mitigare le emissioni di anidride carbonica, la quale è valorizzabile come materia prima per i prodotti a valore aggiunto. Per sviluppare queste linee di ricerca, Debora Fino combina le sue competenze ingegneristiche e biotecnologiche e le declina in accordo con i principi dello Sviluppo Sostenibile ed Economia Circolare.

La produzione scientifica di Debora Fino comprende 250 articoli su riviste scientifiche internazionali, 6 capitoli di libro, 2 brevetti, 1 tesi di dottorato e più di 350 pubblicazioni in congressi. Debora Fino è coinvolta in prima persona in diverse organizzazioni, attualmente nel Green Team del Politecnico di Torino ricopre il ruolo di Waste & Resource manager e dal 2020 è presidente della Fondazione Re Soil per la tutela e rigenerazione del suolo.

Luigi Capuzzi

Luigi Capuzzi

Consigliere

Luigi Capuzzi, laureato in chimica presso l’Università di Perugia nel 1981, ha iniziato il suo percorso professionale come ricercatore presso l’Istituto Guido Donegani (Gruppo Montedison) occupandosi di sintesi di feromoni, nuovi insetticidi e successivamente dello sviluppo di nuove formulazioni agrochimiche. Dal 1995 nel gruppo Sipcam-Oxon, è stato responsabile della ricerca e sviluppo del gruppo e direttore del centro di Ricerca “E. Gagliardini” fino al 2008. Da Febbraio 2008 è in Novamont con il ruolo di Direttore della Ricerca e Sviluppo. Dal 2018 è componente del Consiglio Scientifico del CIRCC (Consorzio Interuniversitario Reattività Chimica e Catalisi). Dal 2021 è componente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione ReSoil. E’ coautore di oltre 50 brevetti e domande di brevetto internazionali oltre diverse pubblicazioni e comunicazioni che completano il suo profilo scientifico.

Claudio Ciavatta

Claudio Ciavatta

Consigliere

Claudio Ciavatta, Professore ordinario di Chimica Agraria presso il Dip.to di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna dal 2005, docente di “Biochimica agraria e fertilità del suolo” e di “Gestione della fertilità del suolo”, ha al suo attivo oltre 150 pubblicazioni internazionali.
Studioso degli aspetti chimico-strutturali e biochimici della sostanza organica di suoli, di fertilizzanti a base organica, di biomasse di riciclo e di rifiuto, e della fertilità del suolo a seguito della somministrazione di fertilizzanti a base organica, con particolare riferimento ai cicli biogeochimici dell’azoto e del fosforo, e agli aspetti ambientali.
CEN/TC 260/WG 8 – Analytical methods “Organic and organo-mineral fertilizers” (2016-);
Delegato Ministeriale a Bruxelles (European Commission – Enterprise and Industry DG) ai tavoli per la revisione del Reg. (CE) 2003/2003 sui fertilizzanti (2012-2018); Membro esperto Commissione Tecnico-Consultiva per i Fertilizzanti (Masaf, 1994—-); Esperto della Sottocommissione per l’aggiornamento periodico dei metodi di analisi relativa ai Fertilizzanti (Mipaaf, 2000-2012); Membro del Comitato Consultivo Tecnico-Scientifico per l’Osservatorio
Nazionale Pedologico e per la Qualità del Suolo) (Mipaaf, 1996-2002).
E’ stato Presidente della Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria (2015-2018), Senatore Accademico di UniBO (2012-2015), Coord. Dottorato di ricerca in “Scienze e Tecnologie Agrarie, Ambientali e Alimentari” (2010-2012), Direttore della Scuola di Dottorato in Scienze Agrarie di UniBO (2008-2012) e Presidente del Corso di Laurea in “Tecnologie Agrarie” (2007-2012). E’ stato Vicepresidente eletto (2012-2013), Presidente (2014-2015), Past President (2016-2017)
della Società Italiana di Chimica Agraria, Board member dell’International Humic Substance Society (2004-2012).
Accademico Ordinario dell’Accademia Nazionale di Agricoltura e membro del Consiglio Direttivo (2020-2025); Accademico Corrispondente Residente delle Scienze dell’Istituto di Bologna, Classe di Scienze Fisiche. Membro IHSS, IUSS), SICA, SISS, IHSS-IT Chapter, CIEC-IT.

Giulia Gregori

Giulia Gregori

Consigliere

La Dott.ssa Giulia Gregori ricopre il ruolo di Responsabile Pianificazione Strategica e Comunicazione Istituzionale all’interno di Novamont S.p.A., azienda leader mondiale nel settore delle bioplastiche e nello sviluppo di biochemicals.

La Dott.ssa Giulia Gregori è entrata a far parte di Novamont nel settembre del 2000, dopo essersi laureata in Chimica Pura ed aver conseguito la specializzazione in chimica bioinorganica presso l’Università degli Studi di Milano, in collaborazione con l’Università di Leida. All’interno di Novamont è responsabile del coordinamento e dello sviluppo dei progetti strategici di ricerca e formazione e della comunicazione istituzionale, oltre ad intrattenere le relazioni esterne con le istituzioni pubbliche e private che erogano i finanziamenti.

È membro di diverse associazioni, tra le quali la CBE JU partnership, una partnership pubblico privata tra la European Commission (EC) e il Bio-based Industries Consortium (BIC), ed è inoltre membro del Consiglio Direttivo Assobiotec (Associazione nazionale per lo sviluppo delle
biotecnologie), nonché del CDA dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro”. È inoltre segretaria del Cluster Tecnologico Nazionale della Chimica Verde SPRING (Sustainable Processes and Resources for Innovation and National Growth) che comprende più di 125 associati (aziende, centri di ricerca, entità territoriali, associazioni) e 14 regioni italiane e territori sostenitori, che si pone l’obiettivo di incoraggiare lo sviluppo delle bioindustrie in Italia attraverso un approccio olistico all’innovazione, volto a rilanciare la chimica italiana sotto il segno della sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

La Dott.ssa Gregori è inoltre membro del Gruppo di Coordinamento Nazionale per la Bioeconomia, che ha lavorato alla redazione della strategia aggiornata “Bioeconomy in Italy – BIT II” (2019) e che concorrerà a facilitare e monitorare la sua adozione in tutto il Paese, ed anche membro del CDA della Fondazione Re Soil promossa dall’Università di Bologna, Coldiretti, Novamont e Politecnico di Torino, la Fondazione si pone l’obiettivo di dare impulso a un reale cambiamento a partire dalla tutela del suolo e dal concetto chiave di rigenerazione territoriale.

Roberto Moncalvo

Consigliere