L'efficacia dei batteri viola non solforati come fertilizzanti è stata testata nella coltivazione degli spinaci. Le colture sono state trattate con due fertilizzanti azotati inorganici e con il prodotto a base di biomassa realizzato con una dose variabile di azoto (pari, doppia o quadrupla rispetto a quella di un fertilizzante sintetico tradizionale). Foto: Riken press releaseRiken press release

I batteri marini sono un fertilizzante naturale per il suolo

,
Uno studio giapponese ha testato l'efficacia dei batteri viola non solforati nel fornire il nutrimento alle piante. Grazie ai loro enzimi questi microorganismi prelevano l'azoto dall'atmosfera per poi incorporarlo nelle proteine
Presenti nelle schiume di molti prodotti, i PFAS sono sostanze persistenti nel suolo e difficili da eliminare. Foto: Michigan Department of Environment, Great Lakes, and Energy ATTRIBUTION-NONCOMMERCIAL-NODERIVS 2.0 GENERIC CC BY-NC-ND 2.0 DeedMichigan Department of Environment, Great Lakes, and Energy ATTRIBUTION-NONCOMMERCIAL-NODERIVS 2.0 GENERIC CC BY-NC-ND 2.0 Deed

Dall’Australia un nuovo metodo per la decontaminazione da PFAS

,
I ricercatori dell'Università di Sidney hanno elaborato una tecnica efficace per spezzare i forti legami carbonio-fluoro che rendono i PFAS difficili da scomporre
Un campo di cereali in Arkansas. Il modello di previsione elaborato dall'ateneo USA sarebbe in grado di dimezzare i tempi di esecuzione dell’analisi complessiva del suolo. Foto: Jimmy Emerson ATTRIBUTION-NONCOMMERCIAL-NODERIVS 2.0 GENERIC CC BY-NC-ND 2.0 Deed Jimmy Emerson ATTRIBUTION-NONCOMMERCIAL-NODERIVS 2.0 GENERIC CC BY-NC-ND 2.0 Deed

Negli USA un modello previsionale accorcia i test del suolo

,
I ricercatori dell’Università dell’Arkansas hanno elaborato un modello predittivo della struttura del suolo e del contenuto di materia organica dimezzando i tempi complessivi di analisi
La speranza dei ricercatori è che, prevedendo in anticipo la siccità, agricoltori e allevatori possano pianificare meglio la gestione dell’acqua. Foto: jackoscage CC BY 2.0 DEED Attribution 2.0 Genericjackoscage CC BY 2.0 DEED Attribution 2.0 Generic

La NASA segue la luce e anticipa la siccità lampo

,
I ricercatori dell'Agenzia spaziale americana hanno rilevato una correlazione tra la siccità improvvisa e l'intensità della fluorescenza indotta. Un fenomeno legato alla fotosintesi e osservabile dallo spazio
Gli scienziati hanno elaborato un sistema in grado di prevedere i dati mancanti tenendo conto delle dinamiche del suolo e dell'aria. Foto: Beyond My Ken CC BY-SA 4.0 DEED Attribution-ShareAlike 4.0 InternationalFoto: Beyond My Ken CC BY-SA 4.0 DEED Attribution-ShareAlike 4.0 International

L’intelligenza artificiale misura con precisione l’evapotraspirazione del suolo

,
I ricercatori dell’Università dell’Illinois hanno usato l'intelligenza artificiale per prevedere i dati mancanti. L'algoritmo riduce il margine di errore rispetto alle misurazioni tradizionali
La NASA ha lanciato due missioni di monitoraggio del suolo e dell’atmosfera per individuare tracce di acqua e segnali di attività vulcanica. Foto: Pixabay Creative Commons CC0 1.0 Universal Public Domain Dedication licensePixabay Creative Commons CC0 1.0 Universal Public Domain Dedication license

L’umidità del suolo nel mirino della NASA

,
C'è anche il monitoraggio dell'umidità del suolo tra gli obiettivi delle ultime missioni della NASA. Per l'Agenzia Spaziale americana si tratta di un nuovo contributo allo studio e alla tutela del suolo con l'impiego dei dati satellitari 
L'interazione con le radici delle piante impatta sulla salute del suolo. Foto: Philip Halling CC BY-SA 2.0 DEED Attribution-ShareAlike 2.0 GenericPhilip Halling CC BY-SA 2.0 DEED Attribution-ShareAlike 2.0 Generic

Nell’interazione con le radici i segreti della salute del suolo

,
Nel Regno Unito scienziati e agricoltori collaborano per monitorare e valutare le interazioni tra il suolo e le radici, con l'obiettivo di aumentare la produttività e migliorare la salute del terreno
Un adeguato sfruttamento delle terre aride come i deserti potrebbe trasformarle in preziosi strumenti per il sequestro del carbonio. FOTO: zj900430 from Pixabay

Sequestro di carbonio, la soluzione è nelle terre aride?

,
Secondo un team di scienziati del mondo vegetale le terre aride come i deserti potrebbero fornire la risposta la problema della cattura della CO2. Come? Con sistemi di rinverdimento basati su combinazioni ideali di piante e microbi del suolo
Nel XXI secolo la q uota di praterie cinesi soggette a grave e moderata desertificazione è scesa dal 52% al 37%. Foto: neverdance CC BY-SA 3.0 DEED Attribution-ShareAlike 3.0 UnportedFoto: neverdance CC BY-SA 3.0 DEED Attribution-ShareAlike 3.0 Unported

Un nuovo indice racconta il calo della desertificazione in Cina

,
Nel XXI secolo la quota di praterie cinesi soggette a grave e moderata desertificazione è scesa dal 52% al 37%. Lo rivela una nuova indagine dell'Accademia delle Scienze di Pechino 
Il campo prova per la sperimentazione effettuata a settembre 2022 nel sito di Porto Marghera. FONTE: ISPRA, 2023.ISPRA

Siti contaminati, usare diversi metodi di campionamento aiuta a monitorare i gas presenti

,
Lo rivela uno studio dell'Ispra. I test effettuati sui siti di Porto Marghera e Ferrara hanno mostrato che abbinare sistemi di campionamento passivo e attivo aiuta a definire meglio le sorgenti di contaminazione e i gas interstiziali presenti nel suolo