Articoli

Un rapporto UNEP-Chatman House ha rivelato che agricoltura e allevamenti intensivi da soli minacciano l’86% delle specie a rischio di estinzione (24mila su 28mila). FOTO: Foto di Peggy und Marco Lachmann-Anke da PixabayUn rapporto UNEP-Chatman House ha rivelato che agricoltura e allevamenti intensivi da soli minacciano l’86% delle specie a rischio di estinzione (24mila su 28mila). FOTO: Foto di Peggy und Marco Lachmann-Anke da Pixabay

“Il suolo non è infinito. Il sistema agroalimentare deve ripensare se stesso”

,
Damiamo di Simine (coordinatore progetto Soil4Life): "Il tema della salute del suolo diventerà sempre più centrale. Per tutelare clima e sicurezza alimentare bisogna operare in tre direttrici: modificare il sistema di produzione del cibo, ripensare le nostre diete e esigere lo stop al consumo di suolo. A partire dai futuri sindaci"
L'Asia centrale è una delle aree del Pianeta maggiormente minacciata dalla desertificazione. Foto: Tibet, Cina. Christopher Michel Attribution 2.0 Generic (CC BY 2.0)Christopher Michel Attribution 2.0 Generic (CC BY 2.0)

L’olivello cinese batte la desertificazione. Una speranza per l’Asia?

,
Mezzo secolo di cure per rigenerare 50 km quadrati di terra arida in Tibet. Così una pianta resistente ha sconfitto la desertificazione
Il contenuto in sostanza organica dei terreni agricoli europei si è progressivamente ridotto.

Sostanza organica, non sottovalutiamo le sue funzioni nutrizionali

,
Un quarto dei terreni europei è sotto la soglia che consente al sistema suolo/pianta di funzionare correttamente. Ma ancora oggi troppi operatori sottovalutano le tante funzioni che la sostanza organica garantisce
Una poiana dal collorosso in uno degli habitat incontaminati garantiti da una riserva naturale in Gabon. Lo Stato africano è il primo a ricevere denaro per non deforestare e non emettere quindi CO2. FOTO: VIGNA christian CC-BY-SA-4.0VIGNA christian CC-BY-SA-4.0

Modello Gabon: è il primo Paese a essere pagato per proteggere le proprie foreste

,
Il Paese centrafricano ha ricevuto la prima tranche dei 126 milioni frutto dell'accordo con la Central African Forest Initiative delle Nazioni Unite. Il Gabon ha praticamente azzerato la deforestazione da un ventennio.
Nei primi cinque mesi del 2021 la deforestazione è costata all'Amazzonia brasiliana 2.548 chilometri quadrati. Foto: Lou Gold Attribution-NonCommercial-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-NC-SA 2.0)Lou Gold Attribution-NonCommercial-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-NC-SA 2.0)

Il mese più buio dell’Amazzonia: a maggio la deforestazione cresce del 67%

,
Nell'Amazzonia brasiliana cresce la deforestazione. Con danni inevitabili per il clima e l'economia. E le risposte del governo non convincono
agricoltura desertificazione fertilizzanti eberle desertificazione suolo

“Rimedi tradizionali, scienza e soluzioni su misura: così possiamo battere la desertificazione”

,
Gloria Falsone (Università di Bologna): "Serve una visione olistica sul suolo e i suoi problemi. Le tecniche efficaci esistono, vanno però essere adatte alle diverse aree. E l'agricoltura deve imparare a mantenere le funzioni dei terreni nel lungo periodo"
L'area del siracusano nella Sicilia sudorientale, insieme ad Abruzzo e Molise è tra le più esposte ai fenomeni di desertificazione. Ma altre sei regioni sono a rischio. FOTO: Archivio Legambiente.

Desertificazione, tre regioni in “zona rossa” (e altre 6 in arancione)

,
Siccità e degrado sono la normalità per molte parti d'Italia. Il 10% del territorio è considerato molto vulnerabile. Le maggiori preoccupazioni per Abruzzo, Molise e Sicilia sud-orientale. Urgente un piano di invasi medio-piccoli
Il riciclo dei fanghi di depurazione attraverso il compost può ripristinare a breve termine le proprietà e la fertilità dei terreni semiaridi. Foto: Ra Boe Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)Foto: Ra Boe Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)

Come far rinascere i terreni semiaridi? Con i fanghi di depurazione

,
Una ricerca italiana: il compost a base di fanghi è in grado di ripristinare rapidamente le proprietà e la fertilità dei suoli a rischio.
Una vista aerea di una porzione della Grande Muraglia Verde (The Great Green Wall of the Sahara and the Sahel Initiative).greatgreenwall.org

Il muro che unisce: la grande muraglia verde promette di sconfiggere il deserto

,
La creazione della cinta alberata di 7600 km lungo il continente africano prosegue a ritmo lento. Ma potrebbe davvero centrare l'obiettivo: arrestare la desertificazione, migliorare clima, cibo, biodiversità ed economie locali di Emanuele…