Articoli

I dati del Joint Research Centre fotografano lo stato di salute del suolo continentale evidenziando numeri in linea con le previsioni del passato. Foto: François Molle/IRD Attribution 2.0 Generic (CC BY 2.0)François Molle/IRD Attribution 2.0 Generic (CC BY 2.0)

La conferma del JRC: malato il 61% del suolo europeo

,
I dati del Joint Research Centre fotografano lo stato di salute del suolo continentale evidenziando numeri in linea con le previsioni del passato. Riduzione di carbonio organico, perdita di biodiversità e deterioramento delle torbiere sono i problemi più diffusi
Biodiversità urbana a rischio. Entro la metà del secolo il 70% della popolazione mondiale vivrà nelle città. Foto: Loozrboy Attribution-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-SA 2.0)Loozrboy Attribution-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-SA 2.0)

La perdita di biodiversità cittadina è una minaccia per la salute umana

,
Uno studio internazionale rivela: la perdita di biodiversità microbica nei suoli degradati, particolarmente presenti nelle città, favorisce la diffusione dei patogeni batterici e la resistenza agli antibiotici. Il ripristino degli spazi verdi, per contro, crea una barriera biologica alla loro azione
L'Italia conta oltre 34mila siti da bonificare. Tutti insieme occupano 237mila ettari di territorio. FOTO: prvideotv da Pixabay

Rigenerazione del suolo, il governo stanzia 160 milioni in 5 anni

,
L'istituzione del fondo è prevista dalla legge di Bilancio 2023. Le risorse saranno spalmate fino al 2027. Dovrebbero servire alle Regioni per sviluppare iniziative di contrasto al consumo di suolo, rigenerazione urbana e rinaturalizzazione dei terreni degradati
Il report dell'Agenzia europea per l'Ambiente indica 8 tipi di minacce per i suoli e 12 indicatori da considerare per riconoscerne lo stato di salute. FOTO: Matteo Berlenga.Matteo Berlenga

L’EEA individua criteri condivisi per riconoscere i suoli malati

,
L'Agenzia Europea per l'Ambiente ha pubblicato il rapporto "Monitoring soil threats in Europe". Una guida per avere finalmente indicatori comuni da usare nel monitoraggio dei suoli e identificare quelli più a rischio degrado. Il rapporto servirà come base scientifica per la direttiva sul suolo che la Commisisone Ue dovrebbe varare entro giugno
Le immagini aree delle devastazioni prodotte dalla frana successiva al nubifragio che ha colpito l'isola di Ischia nella notte tra il 25 e il 26 novembre 2022. FOTO: Vigili del Fuoco.

L’Italia frana: conoscere i nostri suoli essenziale per gestire un territorio fragile

,
La tragedia di Ischia ci ricorda l'importanza di avere un'adeguata cognizione delle peculiarità dei diversi suoli. Solo così possiamo ridurre i danni e pianificare gli interventi necessari.
Attualmente la Carta geologica d'Italia fotografa circa la metà del nostro territorio. FOTO: Adobe StockAdobe Stock

La Carta geologica italiana si bloccherà per mancanza di fondi?

,
L'appello di ISPRA al governo: la Carta è uno strumento essenziale per contrastare la vulnerabilità del nostro territorio. Se nella legge di bilancio non ci sarà un capitolo di spesa per rifinanziarla, si fermerà al 55% di copertura
Lucrezia Caon è Land and Water Officer alla FAO. FOTO: Archivio FAO.FAO

“Con le attuali pratiche di gestione, 90% di suoli degradato entro metà secolo”

,
Intervista a Lucrezia Caon (Land and Water officer, FAO), che interverrà il 10 novembre agli Stati Generali della Salute del Suolo di Rimini: "Essenziale che i governi facciano ora le scelte giuste, anche se gli effetti si vedranno a lungo termine. La prima sfida? Educare"
I prati stabili sono presenti soprattutto in montagna. Foto: Francesco Sisti Attribution-NonCommercial-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-NC-SA 2.0)Francesco Sisti Attribution-NonCommercial-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-NC-SA 2.0)

I prati stabili sono una risorsa da salvare

,
I prati stabili svolgono un ruolo decisivo per le produzioni alimentari e la mitigazione climatica. Sulle Alpi italiane il 45% di questi territori è stato abbandonato nello spazio di mezzo secolo. Un progetto di Slow Food tenta di invertire la rotta
Tra le azioni ipotizzate dalla Commissione Ue nella proposta normativa sottoposta alla consultazione dei propri cittadini, c'è l'ipotesi di prevedere monitoraggi periodici sullo stato di salute dei suoli, per ridurre la desertificazione e l'erosione. FOTO: Matteo Berlenga.Matteo Berlenga

Quali azioni per la salute del suolo? La Ue dà la parola ai cittadini

,
La Commissione europea sta lavorando a una proposta normativa che introduca misure di contrasto al degrado del suolo. Per ascoltare il punto di vista di esperti e cittadini ha lanciato una consultazione pubblica. Obiettivo: individuare le azioni considerate più efficaci e condivise. Termine ultimo per partecipare: 24 ottobre 2022
I suoli soggetti a degrado indotto dall’azione dell’uomo ammontano a 1,66 miliardi di ettari e la superficie agricola disponibile pro capite è diminuita del 22% negli ultimi 20 anni. FOTO: Matteo Berlenga.Matteo Berlenga.

Salute del suolo: formare i giornalisti per un’opinione pubblica più consapevole

,
In occasione del congresso della Società Italiana Scienze del Suolo, il CREA, in collaborazione con Re Soil Foundation, organizza un corso gratuito di formazione per aiutare gli operatori dell'informazione a comunicare al meglio i problemi…