Articoli

Nel periodo in esame la sola impermeabilizzazione del suolo si è estesa per quasi 1.500 km2. Foto: Pxhere CC0 Public Domain Free for personal and commercial use No attribution requiredPxhere CC0 Public Domain Free for personal and commercial use No attribution required

Consumo di suolo, l’Europa ha perso 3.600 km2 in sette anni

,
La denuncia dell’Agenzia UE per l’Ambiente: tra il 2012 e il 2018 perso un ampio ammontare di suolo soprattutto nei sobborghi, zone semi rurali che rivestono un ruolo chiave per l’equilibrio ambientale. Gravi le conseguenze per il clima
La trasformazione a parco urbano della storica High Line a News York è uno degli interventi più famosi di liberazione dal cemento di porzioni urbane. FOTO: Beyond My Ken via Wikipedia - Creative Commons CC 4.0Beyond My Ken via Wikipedia - Creative Commons CC 4.0

De-sealing: quanto ne sanno gli Italiani?

,
L'università di Firenze chiede ai cittadini italiani di rispondere a un questionario per scoprire il livello di conoscenza e di sostegno dell'opinione pubblica verso le attività di deimpermeabilizzazione (de-sealing). Azioni cruciali visti i tassi di cementificazione sul territorio nazionale
Il complesso residenziale nel comprensorio sciistico "Alpe Bianca" nel comune di Viù presso la frazione Tornetti è uno dei grandi edifici censiti dal dossier Legambiente. La realizzazione di questo albergo imponente iniziò negli anni '80 a opera di una società ligure. Ma l'opera mastodontica non fu mai compiuta. FOTO: Dossier Legambiente "Abitare la montagna nel post covid" 2022.

Recuperare, non cementificare: sulle montagne italiane incombe il pericolo consumo di suolo

,
Un nuovo rapporto di Legambiente ha monitorato edifici dismessi e consumo di suolo in 303 località alpine. Il fenomeno delle seconde case torna a crescere. E quasi mai si fanno piani per riqualificare il patrimonio edilizio esistente. E così si continua a costruire su terreni di alto valore ecosistemico. Il primato negativo spetta al Trentino
dissesto idrogeologico erosione territorioSNPA

Dissesto idrogeologico, in Italia non si salva (quasi) nessuno

,
Il 94% dei Comuni è sottoposto a rischio di frane e alluvioni. Lo rivela il nuovo rapporto dell'ISPRA. 8 milioni di italiani vivono in aree ad alta pericolosità. Più positivi i segnali sul fronte dell'erosione costiera
L'ISPRA calcola che ciascun ettaro di terreno libero che viene impermeabilizzato causa tra gli 89.000 e i 109.000€ l’anno di danni per la perdita di servizi ecosistemici.

“Rendiamo pubblici i costi derivanti da consumo di suolo. Comune per Comune”

,
La proposta è del Forum Nazionale Salviamo il Paesaggio. Obiettivo: spingere i consiglieri comunali a presentare mozioni per calcolare correttamente i costi derivanti dal consumo di suolo. Mediamente ogni ettaro di terreni impermeabilizzati creano un danno economico annuo alla collettività di 100mila euro
La Pianura Padana è una delle aree italiane in cui l'inquinamento atmosferico è tra i più alti di tutta Europa. FOTO: glm2006italy via Pixabay

Transizione ecologica: bene per energia e foreste, ma sul consumo di suolo siamo all’anno zero

,
Un'analisi di ISPRA fotografa i passi avanti nei settori chiave della transizione italiana verso un modello di sviluppo a basso impatto. In 30 anni, calati consumi energetici ed emissioni di gas serra, cresciute aree protette e coperture arboree. Preoccupano cementificazione, smog nei grandi centri urbani e nella Pianura Padana
Secondo i dati dell’Agenzia europea dell’Ambiente (EEA), le polveri sottili causate dall’inquinamento atmosferico sono ancora responsabili di 307.000 morti premature all’anno solo in Europa. FOTO: Pixabay.

Le polveri sottili dipendono anche da come è gestito il suolo in città

,
Le Pm10 e 2.5 sono responsabili di molti problemi alla salute umana. La lotta per ridurre il particolato in città trova nelle buone pratiche agronomiche un valido alleato. Dall’inerbimento delle porzioni di scuolo scoperto, a potature mirate, fino all’introduzione di specie arbustive
Nel 2023 la Commissione UE finalizzerà la Nature Restoration Law con l’obiettivo di tutelare legalmente il suolo e azzerare il consumo netto entro il 2050. Foto: Gerd Altmann Creative Commons CC0 Public domainFoto: Gerd Altmann Creative Commons CC0 Public domain

Il piano per la legge UE sul suolo: “Consumo netto azzerato nel 2050”

,
La Commissione ha annunciato una legge europea per la protezione del suolo entro il 2023. Debora Fino (Re Soil): "Scelta epocale, ora gli Stati membri possono fare un deciso passo in avanti". Preoccupano le resistenze di Francia e Germania di…
Un rapporto UNEP-Chatman House ha rivelato che agricoltura e allevamenti intensivi da soli minacciano l’86% delle specie a rischio di estinzione (24mila su 28mila). FOTO: Foto di Peggy und Marco Lachmann-Anke da PixabayUn rapporto UNEP-Chatman House ha rivelato che agricoltura e allevamenti intensivi da soli minacciano l’86% delle specie a rischio di estinzione (24mila su 28mila). FOTO: Foto di Peggy und Marco Lachmann-Anke da Pixabay

“Il suolo non è infinito. Il sistema agroalimentare deve ripensare se stesso”

,
Damiamo di Simine (coordinatore progetto Soil4Life): "Il tema della salute del suolo diventerà sempre più centrale. Per tutelare clima e sicurezza alimentare bisogna operare in tre direttrici: modificare il sistema di produzione del cibo, ripensare le nostre diete e esigere lo stop al consumo di suolo. A partire dai futuri sindaci"
Milano Roma consumo suolo cementificazione

Milano – Roma: chi vince il derby del cemento? Lo svela una videoinchiesta

,
L'indagine, realizzata da ISPRA e Soil4Life, confronta la città di Roma con l'Area metropolitana milanese. In entrambi i territori, dal 2006 sono stati consumati più di 2mila ettari. Nel Comune di Milano già cementificato il 58% dei terreni (contro il 23,5% della Capitale)