Articoli

Gli alti prezzi dei fertilizzanti mettono a rischio la produttività dell'agricoltura in alcuni Paesi dell'Africa Subsahariana, come l'Etiopia, e dell'America Centrale. Foto: ©2015CIAT/GeorginaSmith Attribution-NonCommercial-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-NC-SA 2.0)©2015CIAT/GeorginaSmith Attribution-NonCommercial-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-NC-SA 2.0)

Mappatura del suolo: più informazioni per usare meno fertilizzanti

,
Un progetto della FAO punta a raccogliere informazioni sui nutrienti del suolo per ottimizzare l’uso dei fertilizzanti nell’Africa Subsahariana e in America Centrale. Un’iniziativa che punta a contrastare l’impatto del forte rialzo dei prezzi sul mercato
Le torbiere del bacino del Congo si estendono per oltre 167mila km quadrati, il 15% rispetto a quanto precedentemente stimato. Foto: Dicklyon Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0)Dicklyon Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0)

Le torbiere del Congo sono un argine contro il cambiamento climatico

,
La ricerca diffusa da Nature: oltre un quarto del carbonio stoccato nelle torbiere del Pianeta si trova nel bacino del fiume Congo. Ma questi ambienti sono minacciati dallo sfruttamento del suolo
La carenza di meccanizzazione resta un problema diffuso per l'Africa. Foto: Kabai Ken Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0)Foto: Kabai Ken Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0)

In Africa l’agricoltura scommette sulla condivisione (dei trattori)

,
La carenza di macchinari agricoli rappresenta un problema noto per l’Africa. Fondata a Nairobi, Hello Tractor è un’applicazione che punta a favorire la cooperazione tra gli agricoltori e i proprietari dei mezzi.
La domanda europea della gomma africana contribuisce alla deforestazione nell’area centro-occidentale del continente. Foto: Simon Law Attribution-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-SA 2.0)Foto: Simon Law Attribution-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-SA 2.0)

Europa sotto accusa: l’industria della gomma sta distruggendo le foreste africane

,
La denuncia di Global Witness: nel XXI secolo lo sviluppo delle piantagioni di alberi della gomma ha portato alla distruzione di oltre 500 km2 di foreste originarie. La regolamentazione UE resta deficitaria
Un’indagine della FAO in Lesotho ha rilevato la presenza dell’erosione nel 30% delle aree umide analizzate. Foto: Paramente Phamotse Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)Paramente Phamotse Attribution-ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0)

Il degrado del suolo minaccia le zone umide del Lesotho

,
Circa un terzo delle zone umide del Lesotho evidenzia un degrado del suolo. Da uno studio promosso dalla FAO le prime informazioni utili per avviare le operazioni di ripristino
Un progetto dell’Onu punta a ripristinare le foreste della Somalia meridionale, devastate da anni di disboscamento illegale. Foto: Vladimir Lysenko Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0)Vladimir Lysenko Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0)

Deforestazione, clima e siccità: la Somalia prova a invertire la rotta

,
In Somalia il traffico illegale di carbone di legna ha favorito deforestazione e siccità. Un'iniziativa dell'Onu punta ora a ripristinare i terreni degradati. Ma la crisi alimentare resta una minaccia
Una pianta di cacao in Costa d'Avorio. Lo sfruttamento della risorsa, di cui il Paese è il primo fornitore mondiale, sta favorendo la deforestazione illegale. Immagine: jbdodane Attribution-NonCommercial 2.0 Generic (CC BY-NC 2.0)jbdodane Attribution-NonCommercial 2.0 Generic (CC BY-NC 2.0)

Costa d’Avorio: cacao e crimine organizzato favoriscono la deforestazione

,
In Costa d’Avorio, spiega l'Institute for Security Studies, lo sfruttamento del suolo da parte del settore si intreccia con gli interessi del mercato illegale del legname. E così la distruzione della foresta aumenta con gravi danni per il clima e la biodiversità
Un incontro con i media locali in Tanzania da parte degli attivisti di Oxfam per spiegare l'impatto del land grabbing sulle comunità povere. FOTO: Oxfam East Africa CC 2.0

Da 79 a 92 milioni di ettari in 2 anni: il land grabbing non conosce ostacoli

,
Nel nuovo rapporto Focsiv "I Padroni della Terra 2022" un quadro preoccupante: il fenomeno del land grabbing cresce senza sosta. Digitalizzazione e crisi geopolitiche finiscono per favorirlo. Un danno per i piccoli contadini, le popolazioni locali e gli ecosistemi minacciati dall'approccio delle grandi monocolture
Dall’inizio del XXI secolo la Nigeria ha perso oltre un milione di ettari di foreste. Foto: Terry Sunderland/CIFOR Attribution-NonCommercial-NoDerivs 2.0 Generic (CC BY-NC-ND 2.0)Terry Sunderland/CIFOR Attribution-NonCommercial-NoDerivs 2.0 Generic (CC BY-NC-ND 2.0)

Incendi e povertà alimentano la deforestazione in Nigeria

,
Tra il 2002 e il 2021, l’area nel sud-ovest della Nigeria ha perso il 45% della sua foresta primaria. Determinante il peso degli incendi. Sul fenomeno incidono fattori socioeconomici e demografici
L'affumicatura del pesce e la conseguente richiesta di legna da ardere sono una delle cause della deforestazione. Foto: T.K. Naliaka Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0)T.K. Naliaka Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0)

Il pesce affumicato fa crescere la deforestazione in Congo Brazzaville

,
Nella Repubblica del Congo la crescente richiesta di legna da ardere alimenta il disboscamento. Dopo le mangrovie l'allarme si estende ora alle foreste dell'entroterra