Articoli

Il tema della salute del suolo al centro del concorso fotografico #Soils4Nutrition, lanciato dalla FAO in occasione dell’omonimo simposio in programma a luglio. Foto: CC0 Public Domain Free for personal and commercial use No attribution requiredCC0 Public Domain Free for personal and commercial use No attribution required

Un concorso per premiare le migliori foto dedicate ai problemi del suolo

, , , , ,
Il valore del suolo al centro dell'ultimo concorso fotografico lanciato dalla FAO. Dalle conseguenze della guerra al problema dei micronutrienti, la sicurezza alimentare è sempre più sotto ai riflettori
Luca Montanarella è alla guida dei progetti sul suolo del JCR (Centro Comune di Ricerca) della Commissione europea. Per sei anni, ha presieduto poi il Comitato tecnico intergovernativo sui suoli (ITPS) nell'ambito della Global Soil Partnership. FOTO: SOil4Life

“Senza un approccio olistico non possiamo vincere la sfida del suolo”

A colloquio con Luca Montanarella (Global Soil Partnership): "Le diverse comunità accademiche ancora oggi ragionano per compartimenti stagni. Non possiamo più permetterci di agire settorialmente". La sua proposta: "Creare una forte partnership nazionale che riunisca e faccia dialogare costantemente tutti gli esperti in vario modo impegnati sul tema suolo"
Nel XXI secolo il 90% del disboscamento ha colpito le foreste tropicali che dal 2000 al 2018 hanno perso 157 milioni di ettari. Foto: Kate Evans/CIFOR Attribution-NonCommercial-NoDerivs 2.0 Generic (CC BY-NC-ND 2.0)Foto: Kate Evans/CIFOR Attribution-NonCommercial-NoDerivs 2.0 Generic (CC BY-NC-ND 2.0)

Il disboscamento rallenta ma le foreste globali sono ancora in pericolo

I risultati dell’ultima indagine FAO: agricoltura e allevamento alimentano la distruzione delle foreste. Sudamerica e in Africa epicentro del fenomeno. La tutela della aree forestali farebbe risparmiare ogni anno 3,6 miliardi di tonnellate di CO2
Il Global Symposium on Soils for Nutrition della Fao si terrà in formato virtuale tra il 26 e il 29 luglio 2022. Obiettivo: fotografare e proporre soluzioni per rafforzare la salute del suolo, indispensabile a garantire nutrienti e servizi ecosistemici alla popolazione mondiale. FOTO: ©FAO/Matteo Sala ©FAO/Matteo Sala

A fine luglio un meeting globale sul legame tra suolo sano e alimentazione

Dal 26 al 29 luglio saranno centinaia i protagonisti del Global Symposium on Soil for nutrition della FAO. Fino a fine maggio potranno essere proposti abstract da presentare poi durante l'evento. Quattro i filoni principali
Allarme inquinamento: nel mondo, inoltre, ci sono 10 milioni di siti potenzialmente contaminati. Foto: Department of Engineering, University of Cambridge Attribution-NonCommercial-NoDerivs 2.0 Generic (CC BY-NC-ND 2.0)Department of Engineering, University of Cambridge Attribution-NonCommercial-NoDerivs 2.0 Generic (CC BY-NC-ND 2.0)

La FAO lancia la sua missione contro l’inquinamento del suolo

L'organizzazione ONU presenta l’International Network on Soil Pollution, un'iniziativa per il contrasto all'inquinamento e il rispristino dei terreni contaminati. La soluzione del problema, spiega l'organizzazione, è alla base degli Obiettivi di sviluppo sostenibile
I prodotti derivanti dalle materie prime rinnovabili offerti dalle foreste, come il legno, sono importanti per lo sviluppo della bioeconomia e per centrare alcuni degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile ONU. FOTO: Pixabay.

Crisi climatica, il “fattore legno” sulla strada degli obiettivi Onu 2030

Favorire i bioprodotti, a partire da quelli in legno, e la bioeconomia riducendo l'uso di materiali da risorse non rinnovabili è essenziale per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Lo dice un nuovo rapporto FAO in occasione della Giornata internazionale delle Foreste
L’agricoltura incassa ogni anno 520 dei 1.800 miliardi di dollari di sussidi dannosi rilevati nel mondo. Foto: Pixabay License Free for commercial use No attribution requiredFoto: Pixabay License Free for commercial use No attribution required

Dal fossile all’agricoltura: $1,8 trilioni di sussidi dannosi per il clima

La denuncia di B Team: un ammontare enorme di sussidi governativi favorisce la produzione insostenibile o il consumo ad alta intensità di emissioni danneggiando la natura e causando il degrado degli ecosistemi globali"
L'impiego eccessivo della plastica in agricoltura rappresenta una minaccia per la salute del suolo e l'equilibrio del Pianeta. Foto: Asian Development Bank General Photos: People's Republic of China Attribution-NonCommercial-NoDerivs 2.0 Generic (CC BY-NC-ND 2.0)Asian Development Bank General Photos: People's Republic of China Attribution-NonCommercial-NoDerivs 2.0 Generic (CC BY-NC-ND 2.0)

“Un trattato internazionale contro l’inquinamento da plastica”

Allarme plastica: Ellen MacArthur Foundation e WWF chiedono l'intervento delle Nazioni Unite. Per frenare la contaminazione degli oceani e del suolo servono regole comuni, coordinamento internazionali e design circolare dei prodotti
I membir dell'Intergovernmental Technical Panel on Soils in scadenza. L'incarico, di durata triennale, coinvolge 27 massimi esperti provenienti da tutte le aree mondiali. FOTO: Archivio FAO.FAO

La Fao rinnova il suo team di esperti sui suoli. Candidature entro il 20.2

, , , , , , , ,
Entro il 22 febbraio potranno essere inviate le candidature per entrare a far parte del Comitato tecnico intergovernativo della Global Soil Partnership. L'organismo dell'Agenzia ONU ha l'obiettivo di portare il tema suolo nell'agenda globale e di sviluppare analisi e proposte per diffondere la gestione sostenibile dei terreni
L'erosione del terreno nei pressi di Debre Berhan, in Etiopia: l'Africa è l'area più colpita dal degrado del suolo, un fenomeno che riduce sempre di più la dispobilità di terra da destinare all'agricoltura. Foto: 2015CIAT/GeorginaSmith Attribution-NonCommercial-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-NC-SA 2.0)2015CIAT/GeorginaSmith Attribution-NonCommercial-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-NC-SA 2.0)

Gli esperti FAO: “Suolo, acqua e agricoltura: il peggioramento è sconvolgente”

Gli esperti della FAO commentano l’ultimo SOLAW report: “Abbiamo sempre meno terra da destinare all’agricoltura”. E manca un organismo internazionale di tutela dei terreni