Articoli

A quarant’anni di distanza dall’ultima indagine la Cina punta a completare il censimento dei suoi terreni. Foto: olly301 Attribution-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-SA 2.0)olly301 Attribution-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-SA 2.0)

Cina: entro il 2025 la fotografia aggiornata del suolo

,
A quarant’anni di distanza dall’ultima indagine la Cina punta a completare il censimento dei suoi terreni. In attesa dei dati, però, lo scenario appare preoccupante. Inquinamento, erosione e perdita di fertilità restano i problemi principali
Mangrovie sull'isola di Ubin, Singapore. La città-Stato vuole portare a termine una massiccia campagna di riforestazione entro il 2030. Foto: Eustaquio Santimano Attribution-NonCommercial-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-NC-SA 2.0)Eustaquio Santimano Attribution-NonCommercial-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-NC-SA 2.0)

Singapore vuole piantare un milione di nuovi alberi entro il 2030

,
Un progetto lanciato due anni fa punta a ripristinare le mangrovie di Singapore. Gli esemplari, ridottisi drasticamente negli anni, sono una risorsa decisiva per il clima, la biodiversità e il suolo
La forte crescita del turismo nelle Filippine si accompagna all'espansione dell'edilizia alberghiera e della domanda di legname usato come materiale di costruzione. Foto: André Héroux Attribution 3.0 Unported (CC BY 3.0)André Héroux Attribution 3.0 Unported (CC BY 3.0)

Il boom del turismo favorisce la deforestazione nelle Filippine

,
Nelle Filippine il fenomeno si accompagna all'espansione dell'edilizia alberghiera e della domanda di legname da costruzione. Tragico il bilancio della repressione: nel 2020 gli attivisti ambientali uccisi sono stati 29
In Cina il governo è pronto a lanciare una campagna per ripristinare il suolo più fertile del Paese. Foto: Steve Evans Attribution 2.0 Generic (CC BY 2.0)Steve Evans Attribution 2.0 Generic (CC BY 2.0)

Contro l’erosione la Cina lancia la campagna del suolo nero

,
La Cina vuole frenare il degrado del suo suolo più fertile diffuso in tre regioni che contribuiscono da sole alla produzione del 50% del riso, del 41% della soia e del 34% del mais del Paese. Ma il clima resta una minaccia
Un incontro con i media locali in Tanzania da parte degli attivisti di Oxfam per spiegare l'impatto del land grabbing sulle comunità povere. FOTO: Oxfam East Africa CC 2.0

Da 79 a 92 milioni di ettari in 2 anni: il land grabbing non conosce ostacoli

,
Nel nuovo rapporto Focsiv "I Padroni della Terra 2022" un quadro preoccupante: il fenomeno del land grabbing cresce senza sosta. Digitalizzazione e crisi geopolitiche finiscono per favorirlo. Un danno per i piccoli contadini, le popolazioni locali e gli ecosistemi minacciati dall'approccio delle grandi monocolture
La mappa sui Black soils presentata durante la 10a sessione plenaria della Global Soil Partnership. ©FAO

Terre nere, una mappa globale certifica i “panieri alimentari” del mondo

,
Il nuovo strumento è stato presentato durante la 10a sessione plenaria della Global Soil Partnership. Servirà per avere indicazioni e parametri precisi per comprendere meglio i black soils. Da essi infatti dipende gran parte della produzione agricola mondiale 
Ospite del Festival CinemAmbiente di Torino, l’attivista e filosofa indiana parla di agricoltura sostenibile, conflitti e futuro. Foto: GreenPressGreenPress

Vandana Shiva: “Contro la guerra al suolo costruiamo un’agricoltura di pace”

,
Ospite del Festival CinemAmbiente di Torino, l’attivista e filosofa indiana parla di sostenibilità, conflitti e futuro: “Quella intensiva non è vera agricoltura, dobbiamo tornare a una produzione rispettosa della terra e capace di garantire cibo di qualità a tutti”
Foto: P. Casier (CGIAR) Attribution-NonCommercial-ShareAlike 2.0 Generic (CC BY-NC-SA 2.0)

India, allarme microplastiche. Teli per pacciamatura sotto accusa

,
Una ricerca evidenzia la forte presenza di microplastiche nei campi dove sono maggiormente presenti le pellicole. Anche nel Paese asiatico resta significativo il problema dello smaltimento. Preoccupazione per la contaminazione da metalli pesanti
Nel 2021 la deforestazione ha interessato 5.800 ettari di suolo nella provincia più orientale dell’Indonesia, al confine con la Papua Nuova Guinea. Foto: Frans Huby Attribution 3.0 Unported (CC BY 3.0)Frans Huby Attribution 3.0 Unported (CC BY 3.0)

Indonesia: “Carta e olio di palma dietro alla deforestazione di Papua”

,
La denuncia della Ong Pusaka: nella provincia di Papua la deforestazione ha distrutto quasi 6 mila ettari nel 2021. Sotto accusa la sussidiaria della azienda coreana (che smentisce) e due operatori locali del settore dell’olio di palma
Secondo l’emittente tedesca DW le due Coree potrebbero avviare uno sforzo congiunto nella lotta alla deforestazione. Foto: Jensowagner Attribution 2.0 Generic (CC BY 2.0)Jensowagner Attribution 2.0 Generic (CC BY 2.0)

La lotta alla deforestazione riavvicina le due Coree?

,
Seul invita Pyongyang a collaborare nella lotta alla deforestazione, un problema particolarmente grave a nord del 38º parallelo. Alla vigilia del vertice ambientale di maggio, spiega l'emittente tedesca Deutsche Welle, qualcosa si muove