27 Marzo 2024

Prepsoil sta creando una biblioteca online sulla salute del suolo

,

Il Knowledge Hub è un’iniziativa del progetto europeo Prepsoil per la costruzione di una biblioteca multilingue online pensata per aggregare le conoscenze sul suolo coinvolgendo la comunità

di Matteo Cavallito

Ascolta “Prepsoil sta creando una biblioteca online sulla salute del suolo” su Spreaker.
Diffondere la conoscenza del suolo in tutta Europa: è questo l’obiettivo di Knowledge Hub, l’ultima iniziativa lanciata dal progetto Prepsoil – Preparing for the “Soil Deal for Europe”. L’operazione, che si avvale del contributo di vari partner che hanno fornito diverse risorse, è dedicato alla costruzione di una biblioteca multilingue online per la promozione di best practice, documenti, video e pubblicazioni incentrate sulla salute del suolo.

“L’obiettivo principale del Knowledge Hub è quello di fungere da aggregatore di conoscenza raccogliendo informazioni per migliorare l’accesso alle risorse sul suolo”, spiega Ning Huang, responsabile del progetto all’Università di Aarhus, partner di Prepsoil. La biblioteca online punta a ispirare e connettere i cittadini fornendo anche contenuti specializzati per scopi didattici.

Un hub aperto ai contributi del pubblico

Tutte le risorse sono classificate in base alla loro rilevanza rispetto agli obiettivi dell’UE sul suolo. Ovvero, ricordano i promotori la riduzione della desertificazione, la conservazione delle scorte di carbonio organico e l’interruzione dell’impermeabilizzazione del terreno. Oltre all’aumento del riutilizzo dei suoli urbani, la riduzione dell’inquinamento  e l’avanzamento del ripristino, la prevenzione dell’erosione e l’aumento della biodiversità.

Il Knowledge Hub è ora aperto ai contributi del pubblico che può caricare online le proprie risorse (clicca qui). Il materiale suggerito viene verificato da un comitato editoriale di Prepsoil prima di essere pubblicato.

Alla fine di marzo 2024, il Knowledge Hub includeva 253 risorse in 13 lingue diverse. Il carattere multilingue della biblioteca, spiega ancora Ning Huang, “è essenziale per coinvolgere i cittadini e aumentare la consapevolezza sulla salute del suolo e sui relativi problemi a livello locale”. Fornendo informazioni nelle diverse lingue e promuovendo la collaborazione tra le parti coinvolte, in particolare, l’hub mira a creare un ampio archivio di conoscenze a beneficio delle comunità, dei ricercatori, dei responsabili politici e dei cittadini, portando avanti la missione sul suolo e i suoi obiettivi a livello globale.

Il progetto Prepsoil

La più ampia iniziativa Prepsoil, che coinvolge 20 partner tra i quali Re Soil Foundation, nasce con l’obiettivo di “sostenere l’attuazione della Missione Suolo creando consapevolezza e conoscenza delle esigenze del terreno tra gli stakeholder delle regioni europee”. Il suo obiettivo è quello di migliorare la conoscenza di base sul tema operando insieme ai centri di innovazione sul territorio come i Living Labs e le LightHouse Farms e raggiungendo un pubblico vasto che comprenda università, cittadini, studenti, insegnanti, agenzie di monitoraggio del suolo e la società civile nel suo insieme.

Nell’ambito del progetto, Re Soil Foundation fornisce il suo contributo nelle attività di disseminazione, comunicazione, stakeholder engagement, identificazione delle necessità del terreno, mappatura dei soggetti innovativi (come laboratori e “aziende faro”), monitoraggio e promozione dell’educazione e delle conoscenze.