9 Maggio 2023

Suolo e bioprodotti, un corso di formazione gratuito per docenti

,
Corso docenti, kit suolo FOTO: Pixabay

Appuntamento lunedì 15 maggio alle 16.30. L’evento, disponibile gratuitamente in streaming, presenterà ai docenti due kit e laboratori didattici dedicati alla salute del suolo e all’importanza dei bioprodotti nella transizione all’economia circolare

di Emanuele Isonio

 

Un corso di formazione aperto agli studenti e ai docenti della scuola primaria, secondaria inferiore e superiore per rafforzare le competenze e le conoscenze sull’importanza della salute del suolo e dei bioprodotti capaci di rafforzare la transizione verso l’economia circolare. L’appuntamento è per lunedì 15 maggio. A organizzare l’incontro, Re Soil Foundation e Alla Scoperta del Mater Bi, sezione educational di Novamont, azienda leader nella produzione di bioplastiche e nello sviluppo di biochemical.

L’incontro si terrà fisicamente presso l’Istituto comprensivo “Francesco Negri” di Casale Monferrato (AL). Ma potranno prendervi parte in streaming docenti da tutta italia: basta registrarsi sul sito di Re Soil Foundation per ricevere poi il link all’evento. Filo conduttore dell’iniziativa sarà la presentazione al corpo insegnante di due kit e laboratori didattici, che avverrà in una sessione ad hoc prevista tra le 16.30 e le 17.30.

Il kit SOIL LAB

Il primo dei due kit didattici è SOIL LAB. La sua creazione parte da una consapevolezza, ancora oggi troppo sottovalutata: il suolo che abbiamo sotto i nostri piedi è una risorsa non rinnovabile. Per formare 10 centimetri di terreno fertile ci vogliono 2000 anni. Ed è un “laboratorio” naturale, chimico, fisico e biologico da cui provengono gli elementi nutritivi che consentono la vita delle piante e, da queste, alimento per gli animali e l’uomo. L’obiettivo è raccontare il suolo attraverso l’interattività, la multimedialità e alcune semplici esperimenti scientifici. Un contributo concreto alla comprensione della complessità della società contemporanea, sia a scuola, sia in famiglia.

Il percorso unisce conoscenze di base e attualità sul suolo: che cos’è, com’è fatto, come si è formato, la biodiversità che lo abita, a cosa serve e quali i suoi servizi ecosistemici, il suo fragile equilibrio, quali sono le problematiche che lo minacciano, che cosa fare per preservarlo, a partire da un’agricoltura più sostenibile.

SOILAB permette così al pubblico di ogni età un utilizzo flessibile delle informazioni contenute e percorsi didattici personalizzati rispetto al tempo che vuole dedicare al tema e ai lavori che si intende sviluppare a scuola, contribuendo allo sviluppo, nelle nuove generazioni, di un’intelligenza critica. Si privilegia un approccio interdisciplinare, scientifico e umanistico, perché i temi ambientali non riguardano solo alcune materie.

L'elenco dei laboratori contenuti nel kit didattico.

L’elenco dei laboratori contenuti nel kit didattico.

Il kit “A scuola di sostenibilità”

Il secondo kit per docenti – “A scuola di sostenibilità” è una vera e propria “cassetta degli attrezzi”. Al suo interno contiene giochi interattivi, avventure a fumetti, video tutorial e schede per laboratori creativi, una library di risorse educative, infografiche sulla biodegradabilità e compostabilità, realtà aumentata sul suolo. Tanti strumenti per diffondere una nuova “cultura trasversale e multidisciplinare” sulla quale fondare il proprio agire e approfondire il concetto di sostenibilità. Termine ormai abusato ma che serve per rispondere a domande cruciali sull’impatto umano nei confronti della realtà circostante: quest’azione o prodotto è sostenibile per chi o per cosa? L’ambiente, la società, l’economia? Riduce gli effetti negativi delle attività antropiche oppure limita le attività stesse?

Attraverso questo kit, i docenti rafforzano il proprio ruolo di “ambasciatori” nella scuola dei temi della sostenibilità, affrontati attraverso il sapere scientifico e umanistico, il gioco e la comunicazione visiva, le conoscenze di base e gli approfondimenti.

Nel kit, 4 percorsi aiutano a introdurre e a individuare gli strumenti didattici proposti. Permette di collocarli all’interno di una narrazione unica, evidenziandone le interconnessioni complesse. Ogni strumento proposto collega conoscenze di base a domande di grande rilievo. Un modo per vivere con consapevolezza il presente e costruire, attraverso le proprie scelte, il futuro. In questo modo si punta a far emergere, anche nei programmi scolastici, le relazioni intercorrenti fra le tre principali componenti dello sviluppo (ambiente, società ed economia) e le criticità dell’attualità. Prime fra tutte, il riscaldamento globale e la perdita della biodiversità.