2 Agosto 2023

Bioeconomia, nascono le “Officine Novamont” per formare i futuri talenti

Il quartier generale di Novamont a Novara.

L’iniziativa vuole creare un luogo di incontro nel quale promuovere la formazione continua del personale Novamont e stimolare la realizzazione di valore condiviso con i partner strategici. Ma sarà anche l’occasione per contribuire alla crescita di giovani ricercatori nell’ambito della bioeconomia

di Emanuele Isonio

 

Creare valore, sviluppare i talenti e promuovere la cultura del fare investendo in conoscenza e formazione: sono gli obiettivi delle “Officine Novamont”, il programma di corporate academy di Novamont inaugurato alcune settimane fa che in questi giorni debutta a livello internazionale nella prestigiosa collaborazione con il “BiOrbic, Bioeconomy SFI Research Centre” dell’University College di Dublino.

Gli obiettivi delle Officine Novamont

Luogo di incontro, virtuale e fisico, dei saperi, del know-how, dei valori aziendali e delle competenze distintive in cui esaltare collaborazione e creatività, le Officine Novamont sono strutturate con un approccio multidisciplinare e multifunzionale intorno a tre obiettivi fondamentali: rafforzamento dell’identità e della cultura d’impresa Novamont; formazione continua mirata alla crescita delle competenze distintive (tecniche e non) delle persone; realizzazione di progetti innovativi a valore condiviso con partner strategici.

Rispetto al modello classico di corporate academy, l’iniziativa di Novamont è infatti trasversale a due funzioni aziendali: alle Risorse Umane, responsabili naturali di questa tipologia di progettualità, si affianca la funzione Corporate Strategy Implementation & Engagement, focalizzata sul potenziamento delle capacità di innovazione e sullo sviluppo di partnership strategiche intra-gruppo e con il mondo esterno.

“Vogliamo che le Officine diventino un catalizzatore di apprendimento per i nostri collaboratori, all’insegna della cultura del fare e dello spirito di collaborazione tra le persone, al fine di aumentare la competitività della nostra azienda”, ha dichiarato Andrea Maci, direttore Risorse Umane di Gruppo.

logo officine novamont

Corsi di formazione in materia ambientale

“Le Officine Novamont sono il luogo in cui coniugare la nostra cultura dell’innovazione alla formazione e allo sviluppo dei talenti”, ha commentato Giulia Gregori, direttore Corporate Strategy Implementation & Engagement di Gruppo. “Il nostro obiettivo è dar vita a collaborazioni e progetti, anche con il mondo esterno, con cui sviluppare competenze multidisciplinari e nuovi percorsi e professionalità”.

I corsi di formazione in aula volti ad accrescere le competenze in materia ambientale hanno coinvolto a oggi più di 80 persone. Il programma 2023 prevede inoltre l’avvio di moduli su competenze manageriali, soft skills, digitalizzazione, public affairs ed alcuni approfondimenti specifici di Ricerca&Sviluppo. Per potenziare ulteriormente l’offerta formativa è stata infine creata una piattaforma virtuale per erogare corsi online destinati a tutte le persone del gruppo, in lingua italiana e inglese.

Le Officine sono coordinate da Federica Mastroianni, Shared Value & Impact Manager di Novamont, con la direzione scientifica di Francesco Degli Innocenti, senior advisor di Novamont e autore di circa 80 pubblicazioni scientifiche.

La collaborazione con il centro sulla Bioeconomia dell’Università di Dublino

In questi giorni le Officine Novamont ospitano una delegazione di dottorandi nell’ambito del “TALENT4BBI – Training Future Leaders 4 the European Bio-Based Industries“, primo programma di dottorato MSCA gestito da BiOrbic, Bioeconomy SFI Research Centre dell’University College di Dublino.

Il progetto, finanziato nell’ambito del programma europeo di ricerca e innovazione Horizon 2020, è rivolto a giovani ricercatori nel campo della bioeconomia e prevede che Novamont eroghi attraverso le Officine cinque giornate di formazione sui temi della bioeconomia a 10 giovani ricercatori provenienti dai diversi Paesi europei.