IL LAGO NELLA VALLE

Monte San Vito (AN), Marche

Azienda molto versatile e con produzioni che vanno dai cereali alle orticole a ciclo chiuso. Recupera ed utilizza gli scarti per produzione di fertilizzanti organici (quali per esempio quelli di una vicina torrefazione di caffè) ed impiega microrganismi attivi nelle coltivazioni biologiche rigenerative.

Read more

DESCRIZIONE DEI SUOLI
Le principali problematiche dei suoli di questa azienda si riassumono in: compattamento, riduzione della sostanza organica e problemi di ritenzione idrica.
L’azienda si impegna nell’adozione di specifiche buone pratiche per ridurre i suoi impatti sul sistema suolo e garantire una longeva produttività ai suoi terreni.

BUONE PRATICHE

Al fine di ridurre il compattamento del suolo viene praticata la minima lavorazione, costituita negli orti, da due interventi all’anno con trincia, zappatrice e fresa per realizzare i solchi e i bancali rialzati, mentre in pieno campo si effettua un solo intervento.

Il decremento del contenuto di sostanza organica viene contrastato dall’uso di un prodotto ottenuto da ciclo chiuso, infatti oltre al compost ottenuto dalla frazione organica prodotta in azienda, si acquisiscono gli scarti di caffè organici provenienti da una torrefazione locale (circa 30 t all’anno). Della stessa torrefazione, sono riutilizzati anche i sacchi di iuta che vengono impiegati come materiale pacciamante biodegradabile. Oltre a questo apporto di sostanza organica, viene effettuata della pacciamatura per mezzo di paglia e sovesci e utilizzato anche stallatico: l’azienda apporta sostanza organica al terreno da diverse matrici circa 4 volte all’anno negli orti.

Il Lago nella Valle

Per ridurre ed ottimizzare gli impieghi irrigui, viene fatto uso di irrigazioni a goccia e l’azienda si impegna anche a mantenere attivo e funzionante un lago artificiale che funge da riserva idrica e da bacino di biodiversità.

L’azienda risulta totalmente indipendente dal ricorso a fertilizzanti inorganici.