LA SALUTE DEL SUOLO ITALIANO AL TEMPO DELLA CRISI CLIMATICA

Rapporto 2023

Roma, 30 novembre 2023
Salone delle Statue
Palazzo Rospigliosi

Il rapporto “La Salute del suolo italiano ai tempi della crisi climatica” è il primo tentativo di riunire, in un’unica pubblicazione, la fotografia dell’impatto delle principali forme di degrado sui suoli italiani ed evidenziare quali sono i territori maggiormente esposti, presentando al tempo stesso le proposte sviluppate dagli esperti delle diverse Società del suolo.

Obiettivo: aiutare operatori dell’informazione, amministratori e opinione pubblica a prendere coscienza delle dimensioni del fenomeno e delle sue implicazioni non solo ambientali ma sociali, economiche e di sicurezza alimentare.

PROGRAMMA:

ore 9.15 – SALUTI ISTITUZIONALI
Mauro Uniformi, presidente Consiglio nazionale Ordine agronomi e dottori forestali
Guido D’Ubaldo, presidente Ordine dei giornalisti del Lazio

ore 10.00 INTRODUZIONE AI LAVORI
Stefano Masini, responsabile Ambiente e Territorio – Coldiretti
Giulia Gregori, membro CDA Re Soil Foundation

Modera: Cristina Nadotti, responsabile area news Green & Blue – Repubblica

ore 11.00 INTERVENTI
La salute del suolo italiano
Luca Montanarella, Joint Research Center Commissione UE

Fotografia della sostanza organica
Claudio Ciavatta, Università di Bologna

La desertificazione in Italia
Anna Luise, ISPRA

Dissesto idropedologico
Giuseppe Corti, CREA (Consiglio Nazionale Ricerca in agricoltura)

Sigillazione e cementificazione
Michele Munafò, ISPRA

Contaminazione dei terreni e stato delle bonifiche
Laura D’Aprile, Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica

ore 12.30 COME INTERVENIRE? LE PROPOSTE DELLE SOCIETA’ DEL SUOLO
Fabio Terribile, SIPE (Società italiana di Pedologia)
Maria Rao , SICA (Società Italiana Chimica Agraria)
Giuseppe Corti, SISS (Società Italiana di Scienze del Suolo)

ore 13 CONCLUSIONI
Walter Ganapini, presidente del Comitato tecnico scientifico Re Soil Foundation

ore 13.15 LIGHT LUNCH

LIVE 30 Novembre dalle 9:30

RICEVI IL LINK PER SCARICARE IL RAPPORTO SUL SUOLO 2023