Entro il 2100 calo del 9% nei servizi offerti dagli ecosistemi terrestri

La stima è contenuta in uno studio pubblicato su Nature: entro fine secolo i cambiamenti di vegetazione, precipitazioni e CO2 indotti dal cambiamento climatico causeranno un calo annuo dell’1,3% del PIL mondiale. Il 90% dei danni riguarderà i Paesi più poveri